Quale frutta e verdura da mangiare per avere gambe sgonfie e asciutte?

Mantenersi in forma è un impegno continuo che richiede costanza e forza di volontà; il mondo femminile lo sa bene! Anche i fisici più asciutti possono soffrire di disturbi come il gonfiore di gambe, cosce e glutei dovuti proprio alla ritenzione idrica. Un’alimentazione sana rappresenta il primo step necessario per contrastare l’adiposità localizzata nelle zone a rischio come cosce, pancia e fianchi, attraverso una dieta drenante a ridotto contenuto di sale e zuccheri, accompagnata da una regolare attività fisica e un corretto stile di vita.

In particolare, a questo proposito, sono da prediligere alimenti freschi come frutta e verdura di stagione e scegliere quella ricca di potassio, un minerale essenziale per la regolazione dei liquidi nell’organismo. Proprio l’eccesso di sodio (che assumiamo con il sale) favorisce il ristagno e l’accumulo dei liquidi; il potassio, infatti, contrasta l’eccesso di sodio favorendone la sua eliminazione attraverso l’urina. Ecco perché una sua carenza aumenta la concentrazione di sodio e il conseguente ristagno di liquidi.

Snellire i punti critici con l’azione drenante di frutta e verdura

  • Ananas: è ricco di bromelina, un enzima che digerisce le proteine. Ha azione diuretica e drenante e perciò utile per combattere ritenzione idrica. È un frutto ricco di acqua per oltre il 90%, ricco in vitamine e sali minerali.
  • Kiwi: sono un’eccezionale fonte di vitamina C, potassio, ferro e rame. Depurano l’intestino grazie all’inositolo che contengono; una fibra che aumenta la motilità intestinale utile anche per ridurre l’assorbimento del colesterolo. Ricchi di potassio e magnesio agiscono contro il gonfiore addominale.
  • Mirtilli: favoriscono la riduzione di liquidi in eccesso e contengono antociani (una classe di pigmenti idrosolubili appartenenti ai flavonoidi) che hanno potere antiossidante e prevengono le cellule dall’attacco dei radicali liberi.
  • Sedano: uno dei vegetali a più ridotto contenuto calorico, è preferibile consumarlo a crudo per godere delle sue proprietà. Ricco di sali minerali quali il potassio, calcio e magnesio e di fibre, è l’ortaggio indicato per il dimagrimento e per contrastare la ritenzione idrica.
  • Finocchi: costituiti per la maggior parte d’acqua (93%), se consumati ogni giorno come crudité favoriscono la corretta idratazione e combattono la ritenzione idrica. Inoltre grazie al loro apporto di fibre aiutano a placare il senso di fame; sono ricchi di vitamina A e C e grazie alle loro proprietà carminative riducono l’aria nello stomaco e intestino attenuando flatulenza e meteorismo.
  • Spinaci: hanno proprietà diuretiche, ottimi se mangiati crudi; infatti perdono il 50% delle benefiche proprietà se cotti. A tal proposito, un ottimo consiglio è quello di aggiungere qualche foglia nelle insalate. Le alte concentrazioni di potassio contrastano il sodio, una delle principali cause di ritenzione idrica.
  • Barbabietola rossa: ricca di vitamina C, acido folico, ferro, magnesio e potassio. Possiede fibra ed acqua: tutte sostanze utili ad eliminare le tossine e combattere la ritenzione idrica. Contiene anche betaina, una sostanza con effetto protettivo nei confronti del fegato.
  • Carciofi: grazie all’azione diuretica fanno sì che si eliminino più rapidamente i liquidi in eccesso contrastando così la ritenzione idrica e la cellulite. L’azione “sgonfiante” è dovuta al loro potere lassativo e all’azione diuretica. Abbondano di fibra e perciò sono dei depurativi naturali. È bene abbinare al consumo di carciofi anche una buona quantità d’acqua, tè verde e tisane (regola generale che si dovrebbe sempre fare quando si aumenta l’apporto di fibre).

Dott.ssa Gloria Cartelli - Biologa nutrizionista

Mi occupo di nutrizione a 360°: svolgo consulenze nutrizionali ed elaboro piani alimentari personalizzati per bambini, adulti, sportivi presso uno studio medico associato a Lecce. Collaboro, inoltre, con il centro sportivo MUV a Lecce e con il centro Deha-Salute&Benessere a Porto Cesareo (Lecce). Nel Novembre del 2019 nasce il mio blog “Gloria al cibo” sul quotidiano online Lecce Prima (con uscita di oltre 100 articoli). dapibus leo.